di Paolo Becchi e Cesare Sacchetti su Libero, 06/10/2016


Tutto cominciò cinque anni fa alla Leopolda quando sul palcoscenico della stazione ferroviaria di Firenze si affacciava quello che all’epoca era considerato poco più di un giovanotto rampante e piuttosto arrogante, uno di quelli con la parlata svelta ma che non si preoccupa troppo di quello che dice. Continua a leggere “Ai poteri forti serve un altro governo per papparsi quel che resta del Paese”

Annunci