Intervista a Paolo Becchi su Intelligonews, 15/06/2017


Ius soli: il filosofo Paolo Becchi ha analizzato con Intelligonews le ragioni di questa Caporetto grillina. Per lui i senatori penta stellati sono macchinette al servizio del capo e la scelta di fatto anti ius soli, un opportunismo per recuperare la flessione alle scorse amministrative. E senza sentire la rete sovrana.

Come giudica la svolta filoleghista dei grillini sullo ius soli?

È del tutto evidente che i 5stelle colti dall’ansia di recuperare la flessione delle recenti amministrative, abbiano deciso questa sterzata per mere ragioni di opportunismo. Voteranno l’astensione allo ius solis? Al Senato significa voto contrario. Grillo sta facendo il passo di lato a destra. Andava consultata la rete visto che secondo il dna dei 5stelle è sovrana. Cosa che non è stata fatta. Ha deciso soltanto il capo e i senatori si sono autocondannati a essere macchinette”.

Ma lei esattamente come la pensa?

Per quanto riguarda il mio pensiero personale, noi abbiamo Paesi in Europa con impostazioni diverse: la Germania mantiene lo ius sanguinis la Francia lo Ius soli l’Italia conferma di essere in controtendenza. Un segnale di questo tipo con l’emergenza che abbiamo da noi significa soltanto ‘immigrati venite in massa’ ”.

Annunci